Diquadro by Natali Srl dal 1961

Allestimenti fieristici, stand, fiere e comunicazione aziendale

La fiera è un momento di comunicazione, in particolare verso i nuovi clienti. Allestire lo stand progettandolo e realizzandolo nella cornice di una coerente comunicazione aziendale.

LO STAND: COME PROGETTARLO E REALIZZARLO

La partecipazione ad una fiera è un momento molto importante per qualsiasi azienda, sia questa di grandi o piccole dimensioni, perché essa richiede un considerevole sforzo economico-finanziario ed operativo. Quindi è molto importante evitare di commettere errori, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti più importanti che sono i prodotti da esporre, le forme di comunicazione da adottare e l' organizzazione del personale che interverrà durante la mostra, al quale andranno date istruzioni adeguate su come accogliere i clienti e su quali informazioni vadano assolutamente fornite loro.

Dal punto di vista della comunicazione, lo è il biglietto da visita della vostra azienda. Esso rappresenta una grande parte di ciò che il nuovo cliente può conoscere di voi durante la mostra ed è quindi una parte importante di ciò che penserà di voi nell' immediato (percezione emotiva) e che poi si ricorderà nel futuro, dopo la mostra (percezione consolidata) non solo per l' aspetto, ma anche per come gli avrà permesso di farsi un' idea complessiva su di voi e sui vostri prodotti.

In primo luogo è opportuno che la realizzazione dello stand sia conforme all' immagine dell' azienda per quanto riguarda i colori e lo stile da adottare. Ma non solo. Se l'azienda si rivolge ad un target medio-basso la realizzazione di allestimenti fieristici pretenziosi è inutile econtroproducente, perché darebbero una immagine sbagliata, probabilmente troppo lontana dai suoi possibili clienti. Altrettanto vale al contrario: un' azienda importante, con prodotti di alta qualità, in qualunque settore operi, deve considerare che uno stand troppo piccolo per dimensioni o troppo modesto per idea e realizzazione, oltre che non sottolineare gli ottimi prodotti, facendo loro da adeguata cornice, darà la pericolosa impressione che si navighi in cattive acque, soprattutto se la buona cura dell' allestimento è sempre stata una sua prerogativa e per questo i clienti hanno in mente o si attendono una certa sua immagine.

In secondo luogo bisogna curare il progetto di allestimento, organizzando l'area espositiva in modo da consentire la libera circolazione del cliente al suo interno. Barriere all'ingresso dello stand, percorsi tortuosi, inaccessibilità alla vista del prodotto, mal predispongono anche chi è seriamente interessato che facilmente subisce una sorta di soggezione. Meglio mettere il potenziale cliente nelle condizioni di poter anzitutto visitare liberamente lo stand nella parte espositiva, per poter verificare se i prodotti sono effettivamente quelli che cerca. Poi essere pronti a fornirgli le informazioni che desidera ricevere nella maniera più informale, lasciando che emerga spontaneamente il suo reale interesse. Infine invitarlo ad accomodarsi in un' area incontri adeguata dove avviare una discussione più approfondita.

Parte centrale della progettazione di allestimenti fieristici, come del resto della progettazione di ogni altra forma di promozione dell' azienda, è la comunicazione aziendale che si articola sostanzialmente attraverso la cura di due aspetti principali: l'immagine istituzionale, vale a dire il "chi siamo"; l' immagine del prodotto, cioè il cosa e il "come produciamo"

Un allestimento fieristico ben progettato non può prescindere dal comunicare, attraverso il marchio, la grafica, le immagini, i colori, chi è l'azienda che espone. Questo aiuta a far percepire immediatamente al cliente che si trova vicino allo stand con chi si sta relazionando. A questo scopo, prevedere brevi cenni di presentazione, eventualmente anche storici, può essere molto utile; ma a patto di essere sintetici e immediatamente comprensibili, perché la scansione della moltitudine di informazioni che si parano di fronte al visitatore di una fiera, avviene necessariamente con una certa rapidità. Contestualmente il prodotto esposto deve avere una sua visibilità, deve essere accompagnato in prima battuta da una breve descrizione che lo presenti e, in seconda battuta, da opuscoli che ne forniscano un quadro un po' più esaustivo di quanto non lo possa essere la breve descrizione. A valle di questo, il personale deve essere preparato a fornire tutte le informazioni che richiedono un confronto approfondito e che sono poi il reale motivo per quale il cliente cerca un fornitore in fiera e non su internet o su un catalogo qualsiasi.

Sappiamo per esperienza che, a differenza di quella di ieri, la fiera di oggi, è soprattutto un momento conoscitivo, durante il quale il cliente si forma un idea precisa e approfondita dell' offerta, perché ha potuto toccare con mano i prodotti, ha potuto parlare di essi con gli esperti ed ha potuto confrontarli con altri simili in una condizione a lui molto favorevole, visto che produttori diversi possono essere consultati de visus nello spazio di poco. Sappiamo inoltre che questo momento conoscitivo raramente coincide con l' acquisto perché in fiera, oggi, si forma più che altro la propensione verso quei possibili fornitori che si sono mostrati potenzialmente in grado di poter soddisfare la richiesta del cliente.

Ecco quindi che nella successiva fase della decisione (da chi, effettivamente, acquisterà) nella quale il cliente è da solo con le informazioni raccolte e con le impressioni ricevute, tutto ciò che l' azienda sarà stata capace di mettere in campo durante la fiera quanto a capacità di comunicare efficacemente, sia questa bontà di prodotto, sia il proprio status, sarà essenziale. Per questo è importante che curiate, per la fiera, la vostra immagine in modo che sia convincente e tale da restare fissata nella memoria del vostro potenziale cliente. Memoria che potrete anche sollecitare poi per mezzo di un piccolo gadget, coerente con questa immagine, che contenga il vostro marchio, il vostro indirizzo e il vostro numero di telefono e che aiuterà a far riemergere le impressioni ricevute durante il contatto avuto con voi.

Pubblicato il 10 maggio 2016 | Ultimo aggiornamento il 15 maggio 2016

 

DIQUADRO by Natali Srl dal 1961 | Allestimenti fieristici stand per fiere e comunicazione aziendale. Sede legale e operativa a Sala Bolognese 400101 BOLOGNA in via Loredano Bizzarri al numero 22 - Telefono e Telefax +39 051.6814310 e-mail: info@diquadro.it Partita IVA IT00677941205 Codice Fiscale 03927740377 R.E.A. BO 327144 Registro Imprese BO 53433 Capitale Sociale 10.200 Euro interamente versato.